News

MKPNews->Scialpinismo->Follador e De Zulian nel Monte Canin su percorso ridotto   
Follador e De Zulian nel Monte Canin su percorso ridotto

A 32 secondi Scanu e Piccoli, terzi Simoni e Bottega. Fra le donne Cecilia De Filippo e Lidia Larice

 La 53ª edizione della Scialpinistica del Monte Canin si è disputata su un percorso ridotto poiché le condizioni del manto nevoso sulla salita che portava al Forato, spettacolare passaggio in mezzo alle rocce, non garantivano gli standard di sicurezza. Quattro salite con un dislivello di 1720 metri diluiti in diciassette chilometri di sviluppo dovuti affrontare con un meteo incerto, tra brevi schiarite e neve sulle forcelle. (Foto archivio www.areaphoto.it - edizione 2007).

La partenza, data a Sella Nevea alle ore 9.15, ha visto una partecipazione di quasi un centinaio di coppie (81 quelle arrivate). Subito le prime squadre in lizza per la vittoria finale hanno preso il largo, Tadej Pivk e Verbnjak Heinz si incaricano di fare il ritmo, alle loro spalle, Follador, De Zulian, tallonati da Cristiano Simoni e Claudio Bottega. Al primo cambio pelli i due scollinano per primi, appena dietro Follador, De Zulian; il bellunese Mario Scanu portacolori dell’Aldo Moro Paluzza, in coppia con il compagno di club Alessandro Piccoli ha alcuni problemi con le pelli e deve lasciare sfilare il gruppo. Sono circa due i minuti che perde per cambiare le pelli.

In discesa l’austriaco in coppia con Pivk cade, i secondi approfittano per portarsi sulle code dei loro sci. Al cambio pelli sotto il Rifugio Gilberti i quattro partono nello stesso istante, sulla salita che porta alla casermetta (Forc. Leupa) Follador aumenta il ritmo e si stacca dagli inseguitori. Nelle successive salite Follador e De Zulian mantengono il vantaggio che permette loro di andare a vincere l’edizione 2008 del Monte Canin, con il tempo di 1.47.09. Alle loro spalle, Scanu ed il friulano Piccoli sono autori di una rimonta incredibile, arrivano ad avere solo una trentina di secondi di ritardo all’ultimo cambio, non riescono però a colmare il distacco e saranno così trentadue i secondi che li dividono dal gradino più alto del podio. In terza posizione lo Ski Team San Martino con Cristiano Simoni e Claudio Bottega.

 Per quanto riguarda la gara femminile Cecilia De Filippo e Lidia Larice, portacolori dello Sci Club Dolomiti ski-alp hanno condotto la gara sin dalle prime battute; una spettacolare caduta con la rottura del bastoncino sulla penultima discesa non ha compromesso la vittoria finale. Le vincitrici bloccano il cronometro a 2.39.04, dietro di loro Petra Seppe e Annemarie Gross. In terza posizione il Gsa Udine con Nadia Pradal e Daniela Pissi.
Nella speciale classifica della Coppa Dolomiti Orientali Trofeo Haglofs, dominio di Guido Giacomelli, oggi assent, e di Annemarie Gross. Mario Scanu per soli dieci punti si deve accontentare della seconda posizione, il primierotto Cristiano Simoni è terzo. Nella classifica femminile in seconda posizione troviamo Orietta Calliari, anche lei assente, mentre sul terzo gradino del podio sale Cecilia De Filippo.

Nel percorso ridotto, gara individuale riservata ai giovani ed agli amatori, c’e’ stata la vittoria di Silvano Frattino e di Ester Valle. Tra gli amatori vittoria di Salvatore Paolo Albano con il tempo di 1.16.43.
Nella classifica riservata agli sci stretti (tecnica libera) dominio di Graziano De Grignis classe di ferro, come Ferro è il suo soprannome, 1943, in coppia con Alessandro Morassi.




Da staff, Lunedě, 14 Aprile 2008 19:06, Commenti(0)
Commenti


MKPNews ©2004-2005 All rights reserved
 
© 2000-2006 skiroll.it - all rights reserved - created by Rob


MKPortal M1.1 Rc1 ©2003-2005 All rights reserved
Pagina generata in 0.3332 secondi con 9 query