News

MKPNews->Gare   
E' di Coppa del Mondo la prima vittoria di Alessio Berlanda

L'ha ottenuta in Croazia prendendosi finalmente la rivincita su David Bogatec. Tutto azzurro lo sprint: Mateja Bogatec e Anna Rosa fra le donne, fra i maschi completa il podio Emanuele Sbabo battendo nella finalina Simone Paredi

 OROSLAVJE (Croazia) 25 giugno –  Dopo la gara in salita e la staffetta a coppie,  anche lo sprint è soltanto italiano, con il podio tutto azzurro in campo maschile e i primi due gradini fra le donne. A furia di sentire il nostro inno nazionale, diffuso attraverso gli altoparlanti e cantato dagli atleti, il pubblico di questo ameno paese della Croazia è stato messo in grado di fare il controcanto. Roba da non credere, per chi non ha vissuto questa avventura, come la gente si sia appassionata alle gare, per quanto il risultato apparisse scontato tanta è stata la supremazia azzurra. Letteralmente disarmante, tale da mortificare le ambizioni di qualche giovane emergente, come la tedesca Julia Kockritz che, dopo essersi liberata della russa Zaytseva nei quarti, aspirava a mettere nei guai Mateja Bogatec (nella foto). Purtroppo per lei, nello sprint per il momento la triestina campionessa del mondo è ancora di un buon palmo sopra e lo ha dimostrato pure in questa occasione. Inavvicinabile anche dalla compagna di squadra Anna Rosa (nella foto l'arrivo), che pure sta facendo passi da gigante. Per la Kockritz, comunque, la soddisfazione di avere la meglio nella finale per il terzo posto sull’altro “mostro sacro” della Russa, Marina Firsova, letteralmente strapazzata nella “finalina”,  anticipando in questo modo  quello che potrà fare quando avrà maturat ...


Da staff, Lunedì, 26 Giugno 2006 12:48, Commenti(0), Leggi tutto
A Oroslavje anche il Team sprint è un nuovo trionfo azzurro

Tre successi in altrettante gare della Coppa del Mondo: Rosa e Bettineschi (donne), Di Gregorio e Pession (seniores), i fratelli Pizzutto (juniores) . Secondo posto per Bianchi e Sbabo, terzo per Bogatec e Druidi

 OROSLAVJE (CROAZIA) 24 giugno – Team sprint a coppie, e per gli azzurri è stata un’altra giornata di festa. Un nuovo trionfo, e stavolta di squadra, e perciò ancor meglio di ieri in quanto ai tre successi nelle tre gare disputate si sono aggiunti il secondo posto nella categoria seniores maschile e il terzo in quella femminile. Con una sorpresa, però, proprio in quest’ultima corsa poiché a tagliare per prima il traguardo è stata Anna Rosa che, approfittando del marcamento stretto operato dalle russe Ektova e Zaitseva sulla campionessa mondiale Mateja Bogatec, ha allungato a poco meno di un chilometro dal traguardo e se n’è andata resistendo gagliardamente al tentativo di recupero delle avversarie (nella foto il podio).

Un successo inaspettato ma meritatissimo, per come si è sviluppato in tutto l’arco della corsa e per come è maturato nel finale quando le russe, fra spallate e sbarramenti, hanno attuato ogni tipo di ostruzionismo cercando di approfittare della loro maggior stazza. Entrambe le formazioni hanno messo in campo la “cattiva”  di turno. Marina Firsova per quanto riguarda la prima formazione, Inna Zaitseva nella seconda. Indubbiamente bella “gnocca” da ammirare, quest’ultima, ma carognetta nel picchiare. Considerando Mateja Bogatec la logica favorita, per ...


Da tonussi, Sabato, 24 Giugno 2006 22:11, Commenti(1), Leggi tutto
Azzurri come schiacciasassi nella Coppa del Mondo in Croazia

Gara in salita, che richiede specializzazione, e quindi filotto fra i seniores con Di Gregorio, Theodule, Ivaldo e Paredi, mentre Pizzutto e Druidi si impongono  fra juniores e donne

 OROSLAVJE (CRO) 23 giugno – Corsa in salita, con partenza di massa decisa nella riunione dei capidelegazione in sostituzione della prevista gara a cronometro con partenze individuali, ed è stato subito un macello per gli avversari poiché gli azzurri, nelle varie categorie, si sono comportati come un rullo compressore. Differenza di classe, di potenza, di tecnica, preparazione e programmazione che emergono quando si decide a fare le cose sul serio, prima ancora dell’innegabile divario dei valori in campo. Certi exploit, infatti, non si improvvisano, ma sono il frutto di una pianificazione che le altre nazioni non posseggono ancora. Non certo per insipienza, ma semplicemente perché difettano dell'adattamento e l’allenamento specifico sui vari terreni che i nostri atleti invece coltivano con cura (nella foto il podio maschile).

Se  un certo livellamento si può ancora riscontrare sui percorsi piani, si annulla invece repentinamente quando la strada si impenna come questi sei chilometri scelti come teatro della prima gara della prova croata della Coppa del Mondo 2006. Un percorso veramente tosto, con pendenze quasi standardizzate sul 10% ma anche lunghi tratti fra il 12 e il 14 %. Veri e propri muri sui quali, oltre la tecnica, emerge la testa che, anche quando la fatica annebbia la vista e il cervello, deve saper regolare la distribuzione dello sforzo per non trovarsi secchi di colpo. In più, a render ...


Da staff, Venerdì, 23 Giugno 2006 16:32, Commenti(0), Leggi tutto
Di Gregorio su Paredi nella Roll Race Appennino Reggiano

Conclusione allo sprint, con un decimo di secondo a dividerli all'arrivo. Terzo Pession. Gara tattica, risolta da un allungo di Gioele Ballabio. Fra le donne Anna Rosa batte Mateja Bogatec

 VIANO (RE) 19 giugno - Ancora una volata fra Alfio Di Gregorio e Simone Paredi, attualmente i più forti del gruppo. E c’era da aspettarselo che la seconda edizione della “Roll Race Appennino Reggiano”, valida come sesta prova della Coppa Italia, si risolvesse allo sprint perché il percorso, pur concludendosi in salita, non è particolarmente selettivo. Per i migliori poco più di mezz'ora a coprire la distanza di 16 km per la maggior parte senza difficoltà altimetriche né pendenze tali da assicurare una certa selezione: è questo è dovuto anche all'abitudine ormai invalsa che, sui percorsi “misti”, si ricorra alle gare tattiche. Nessuno, insomma, che si senta in grado di dare la propria impronta alla corsa, rischiando magari di scoppiare. Che è poi la tattica aggressiva che da sempre contraddistingue Alfio Di Gregorio il quale, però, a 36 anni è diventato più saggio e calcolatore. Massimo risultato con il minimo sforzo. I giovani, se proprio lo vogliono mettere sotto, dovranno trovare il coraggio di osare, attaccandolo ripetutamente, attuando magari un’intesa momentanea (nella foto: Il podio della gara di Trieste, gli stessi atleti negli stessi gradini del podio).

Da Viano a Carpineti, da quota 200 a 480, la possibilità di scatti a ripetizione esiste, ma nessuno ne ha approfittato. Si è andati di conserva fino ad. un paio di chilometri dall’arr ...


Da tonussi, Lunedì, 19 Giugno 2006 23:05, Commenti(0), Leggi tutto
TRIATHLON DELLE VALLI: Alpini dominatori a Cave del Predil

Alpini dominatori a Cave del Predil

 Pietro Filippin(b.t.) Un terzetto imbattibile ha fatto sua la "Staffetta del Lago" di Cave del Predil, organizzata dall'Us Raibl e valida quale prima prova del "Triathlon delle Valli".
Il successo è andato al Gs Alpini di Udine, che schierava al via Pietro Filippin, uno dei migliori skiroller italiani (nella foto di repertorio), Daniele Pontoni (inutili le presentazioni) e lo sloveno Mitja Kosoveli, talento a livello europeo.
Nella prima frazione, con gli skiroll da Tarvisio a Cave, il più veloce risultava Patrick Di Centa dell'Us Aldo Moro, con Filippin immediatamente alle sue spalle. Nella seconda frazione, mtb fino a Sella Nevea, Pontoni faceva il vuoto, ma si difendevano comunque bene Dino Mansutti e Alessandro De Cillia. L'ultima frazione, ritorno di corsa a Cave, Kosoveli aumentava il già cospicuo vantaggio, facendo registrare il miglior tempo parziale davanti a Paolo Cargnelutti e Marco Primus.
La classifica finale vedeva così il Gs Alpini Udine vittorioso con oltre tre minuti di vantaggio sull'Aldo Moro (Di Centa, De Cillia, Cargnelutti); terza l'Us Raibl con Piccoli, Pittin e Maizinger.
Proprio la squadra di casa si è aggiudicata la prova femminile con il trio tutto targato sci di fondo, composto da Ilenia Casali, Katherina Milazzi e Monica Franz. Secondo lo Sc Wissenfels, terze le alpine udinesi. Il "Triathlon" ritorna sabato a Claut.

(Fonte: Il Gazzettino)

...


Da tonussi, Mercoledì, 14 Giugno 2006 14:13, Commenti(0), Leggi tutto
 7 Pagine 1 2 3 4 5 6 7 


MKPNews ©2004-2005 All rights reserved
 
© 2000-2006 skiroll.it - all rights reserved - created by Rob


MKPortal M1.1 Rc1 ©2003-2005 All rights reserved
Pagina generata in 0.10024 secondi con 14 query